Capellini o l'allocchetto



ancora la Logica (12 Sep 2005)


Logica è, per definizione, la possibilità di ottenere un risultato partendo da cose note senza la necessità di ulteriori informazioni.
Una definizione minima, sicuramente molto riduttiva, ma che ben si adatta a tante situazioni della vita e, nel nostro caso, del web.
Ci sarà capitato di acquistare un biglietto a una macchinetta automatica: le nostre conoscenze si limitavano alla destinazione. Abbiamo dovuto avere delle informazioni ulteriori, che le istruzioni sulla macchina hanno dovuto fornirci: cosa premere per fare la nosztra scelta, come mettere le monete, come confermare o correggere.
Se invece preleviamo dei soldi da un bancomat, le informazioni di cui disponiamo sono molto più ampie: sappiamo già cosa premere, come confermare e come correggere.
Questo perché le necessarie conoscenze sono diventate ormai patrimonio comune, sono veramente conoscenze nel senso dell'etimologia della parola cum e scio cioé conoscere insieme.
Ecco che diventa facile e immediato prelevare dei soldi, mentre per acquistare il biglietto dobbiamo ancora imparare molte cose, cioé aumentare la nostra conoscenza.
Quando anche queste macchine useranno gli stessi linguaggi e gli stessi simboli avremo aggiunto nuove informazioni al nostro bagaglio di conoscenze e potremo acquistare i biglietti con più facilità.
Lungo discorso per arrivare a parlare di navigazione sul web: anche qui, quando si raggiungerà uniformità di concetti e di simbologie, potremo navigare molto più facilmente.
Ma forse tutto questo è solo un'illusione. Se penso che in un centinaio di anni non si è ancora arrivati ad unificare le unità di misura, non può che prendermi lo sconforto...