Capellini o l'allocchetto



Conoscere, conoscersi (05 Oct 2005)


Missione difficile.

"Io mi conosco" si sente dire spesso, ma è così vero? Riusciamo noi a conoscerci in modo da sapere sempre come reagiremo, cosa faremo, quale sarà il nostro comportamento? Su cose di base probabilmente si, ma non tutte e situazioni sono sotto il nostro controllo. Spesso piccole variabili esterne a noi o nel nostro stato psicofisico modificano completamente il comportamento che avremmo avuto abitualmente. Questo significa due cose: o non ci conosciamo abbastanza bene o non sappiamo valutare l'impatto di tutti gli elementi che concorrono a guidare i nostri comportamenti.
Il discorso è tanto più valido per gli altri, di cui supponiamo di conoscere il carattere e i comportamenti.
Spesso accordiamo la nostra completa fiducia in base a sensazioni e alla presentazione che di se stesso riesce a fare la persona. Ma è appunto qui l'errore. La persono è come vuole farsi vedere e più è falsa più è, probabilmente, abile a presentarsi in modo diverso da quello che realmente è.
La verità la si scopre troppo tardi, quando ci si aspetta un certo compotamento, una certa reazione e ci si scontra con qualche cosa di completamente diverso.
Qui hanno inizio le delusioni... e con più si da fiducia alle persone con più ci sono delusioni.

Così è la vita.